Barbabietola rossa

La barbabietola rossa è una coltura biennale che nel primo anno produce una radice di colore rosso. Le radici possono avere forma tondeggiante, tonda appiattita o allungata. Il colore più comune è il rosso, ma esistono anche varietà bianche e gialle.
 
Condizioni di coltivazione
Predilige un terreno fertile e ben drenato a un terreno fertile limoso, ricco di sostanza organica, con un pH compreso tra 6,5 e 7. È importante che il terreno sia ben strutturato perché la crescita è favorita da una buona aerazione del terreno. Le barbabietole crescono poco sui terreni acidi. Sono tolleranti alla scarsa fertilità del terreno ma richiedono umidità costante. Non piantare su terreni con pH inferiore a 6,0.

Raccolta e stoccaggio
Raccolta

Le radici possono essere estirpate e raggruppate in mazzetti con le foglie attaccate (generalmente un mazzetto è formato da 3-5 barbabietole) oppure scollettate e conservate per periodi più lunghi. Le barbabietole vengono commercializzate preferibilmente fresche per la qualità ottimale delle foglie e della radice.
 
Stoccaggio
Condizioni di conservazione consigliate:
Temperatura: da 4 °C a 5 °C
Umidità: dal 95% al 98%

Prevenzione dai parassiti e dalle malattie
Praticare rotazioni colturali con tutte le barbabietole e le bietole da foglia. Sono state selezionate alcune varietà resistenti alla Rhizoctonia, un fungo che causa imbrunimenti e marciumi sulla superficie delle radici. Controllare le cicaline (Cicadellidi) per evitare la trasmissione del virus dell’arricciamento apicale della barbabietola. Le barbabietole sono strettamente imparentate con la bietola da coste e con lo spinacio. Evitare l’avvicendamento di queste colture in rotazione.

Leggi di più
Scorrere verso il basso