Carota

Le carote vengono spesso coltivate su terreni sabbiosi. Il terreno ideale è un terreno grasso, sabbioso, profondo e ben drenato. Lo strato superiore del terreno deve essere uniforme e privo di barriere che ostacolano lo sviluppo delle radici. Sono importanti un regolare livello adeguato di acqua nel sottosuolo e una buona combinazione di drenaggio e capacità di ritenzione idrica. I terreni pesanti possono provocare la deformazione delle radici, mentre risultano più adatti i terreni con un contenuto di argilla non superiore al 30%.  
 
Condizioni di coltivazione e preparazione del terreno
Terreno: ben drenato, terreno ricco, pH neutro
Stagione: tutto l’anno (protezione durante l’inverno)
Tasso di crescita: crescita rapida
Umidità: livello idrico medio
 
q Non coltivare il terreno quando è troppo bagnato.
 
q Accertarsi che il terreno superficiale sia smosso. È consigliabile coltivare su terreni con buona profondità.
 
q Accertarsi che il terreno abbia una struttura fine, per evitare che si sviluppino carote deformate. Usare una zappa triangolare "a piede d’anatra” per scavare dei solchi e lavorare il terreno in profondità. In questo modo il terreno viene areato e si mantiene smosso.
 
Nota: un’adeguata coltivazione del terreno è importante per ottenere uno sviluppo regolare della carota. È fondamentale che il terreno venga mantenuto in tali condizioni per permettere alle radici di penetrare per tutta la loro lunghezza senza interruzioni.
 
Raccolta e stoccaggio
Per preparare le carote per la commercializzazione lavare accuratamente le radici. Per uno stoccaggio prolungato, conservarle coperte e non lavate a una temperatura di 0 °C - 1 °C e un’umidità relativa del 98-100%. Se vengono conservate in magazzino, rivestirle con della plastica. Se vengono confezionate in sacchetti, utilizzare sacchetti di rete o sacchetti di plastica forati per favorire la circolazione dell’aria ed evitare il contatto con l’etilene per impedire lo sviluppo di odori sgradevoli. 

Prevenzione dai parassiti e dalle malattie
Si consiglia di praticare rotazioni colturali di 3-4 anni per evitare lo sviluppo di maculatura fogliare da Alternaria, maculatura fogliare da Cercospora, peronospora farinosa e muffa bianca. Evitare l’eccessiva irrigazione per prevenire le malattie delle radici. Nelle zone con elevata incidenza della mosca della carota, effettuare la raccolta non appena le radici giungono a maturazione, per evitare lo sviluppo di popolazioni del parassita. Evitare l’irrigazione eccessiva delle plantule durante i periodi freddi per prevenire gli attacchi fungini. Ridurre al minimo le lesioni fisiche delle radici prima di procedere allo stoccaggio per prevenire lo sviluppo delle malattie post-raccolta.

Leggi di più
Scorrere verso il basso