Cavolo verza

Il cavolo verza appartiene alla famiglia delle Brassicaceae ed è imparentato con il cavolo cappuccio bianco e rosso, sebbene le teste siano meno corpose. Esiste una distinzione tra varietà verde (scuro) e varietà gialla (più corposo e pesante). Il cavolo verza può essere coltivato su una grande varietà di terreni, tuttavia un buon drenaggio è importante soprattutto in inverno. Se il terreno è acido (pH inferiore a 7) può essere necessario effettuare una calcinazione per aumentare il pH. Il cavolo verza è resistente alla stagione invernale purché vengano utilizzate le varietà adatte. (Controllare le informazioni sulle varietà per scegliere quella più adatta.)
 
Condizioni di coltivazione

Terreno: ben drenato, acido
Tipo di terreno: terreno grasso, sabbia o argilla
Stagione: tutto l’anno (inverno nelle regioni miti)
Umidità: livello idrico medio
 
Raccolta
Il cavolo verza invernale può essere raccolto da dicembre a marzo. Il cavolo verza deve essere ben pieno, completamente sviluppato e non in sovramaturazione. La maggior parte dei cavoli verza vengono raccolti a fine stagione. Vengono seminati a maggio e trapiantati a giugno.
 
Prevenzione dai parassiti e dalle malattie
Praticare rotazioni colturali di sei anni con tutte le specie di Brassica. Favorire l’attività degli insetti benefici per il controllo degli afidi e dei bruchi.

Leggi di più
Scorrere verso il basso