Finocchio

Il finocchio è uno degli ortaggi più tipici dell'orticolutra italiana.
 
Condizioni di coltivazione
Terreno: ben drenato, acido, neuro, alcalino
Tipo di terreno: terreno grasso, sabbia o argilla
Stagione: primavera, estate e autunno
Umidità: livello idrico medio e irrigazione regolare
 
Alcune varietà di finocchio sono sensibili alla lunghezza del giorno e vanno incontro a prefioritura se seminate prima della metà dell’estate; la prefioritura può essere provocata anche da fattori che ostacolano la crescita, quali la scarsità d’acqua, le basse temperature, le temperature fluttuanti o lo shock da trapianto. Vengono continuamente sviluppate nuove varietà migliorate con una maggiore resistenza alla prefioritura, sebbene nessuna presenti caratteristiche di perfezione. Le condizioni climatiche ideali per la coltivazione del finocchio sono le estati gradevolmente calde con molta umidità. Controllare le informazioni sulle varietà per scegliere quella più adatta.

Raccolta
Effettuare la raccolta da fine luglio a settembre, circa 15-20 giorni dopo la rincalzatura, quando il finocchio raggiunge le dimensioni di una palla da tennis. Effettuare il taglio appena sopra il livello del terreno, lasciando nel terreno la base del bulbo. 

Prevenzione dai parassiti e dalle malattie
Praticare rotazioni colturali di 2-4 anni.

Leggi di più
Scorrere verso il basso