Bejo Zaden BV, in collaborazione con De Groot en Sloot, è stata la prima ed è l'unica azienda sementiera al mondo a proporre sul mercato il seme di scalogno ibrido F1

Si tratta di varietà ibride F1, frutto di decenni di investimenti in ricerca e produzione, volte a offrire al mercato una valida alternativa alla produzione da bulbo dello scalogno.

Rispetto alla moltiplicazione da bulbo, le produzioni effettuate da seme presentano notevoli vantaggi:

  • maggiore sanità del materiale di propagazione di partenza,
  • facilità di semina,
  • migliore uniformità per epoca di maturazione
  • maggiore qualità delle produzioni,
  • maggiore conservabilità dei bulbi prodotti, dovuta anche ad un'eccellente vestitura degli ibridi proposti.

Negli anni, l'interesse da parte di produttori e commercianti nei confronti dello scalogno prodotto da seme è aumentato sia in Italia, sia in Europa, consentendo di perfezionare le tecniche di produzione, al fine di proporre sul mercato prodotto di qualità al giusto prezzo.

La risposta di Bejo alle pratiche scorrette nel commercio dello scalogno
Negli ultimi anni si sono verificati diversi tentativi - alcuni anche riusciti - di immissione sul mercato di scalogno (o cipolle di calibro piccolo, falsamente spacciate per scalogno) proveniente da Paesi terzi ma spacciati per prodotto Italiano. Tali pratiche, a scapito della qualità, hanno influenzato i prezzi negativamente, mettendo in difficoltà i produttori italiani che negli anni hanno puntato a proporre sul mercato qualità elevata al giusto prezzo.

ejo Italia, al fine di tutelare il proprio lavoro di ricerca e promozione, nonché l'impegno di tutti i produttori e commercianti che hanno fatto sì che lo scalogno da seme sia diventato negli anni un prodotto presente e apprezzato sul mercato, pubblicherà anche quest'anno sul proprio sito una pagina dove sono presenti inominativi dei produttori e commercianti che hanno programmato produzioni di scalogno da seme delle varietà ibride F1 Bejo per il 2016, contribuendo così ad aumentare la tracciabilità delle produzioni per prevenire immissioni sul mercato di prodotto di dubbia provenienza.

Questi nominativi sono gli unici che, per la campagna 2016, produrranno scalogno italiano da seme (che è quasi la totalità dello scalogno prodotto in Italia). L'elenco dei produttori e commercianti aggiornato sarà consultabile, conclusa la campagna vendite del seme (presumibilmente gennaio), sul sito web www.bejoitalia.it dal link diretto sull'homepage a "scalogno italiano da seme".