Anche quest’anno non sono mancate problematiche stagionali che hanno messo a dura prova la professionalità dei produttori di carota in Sicilia.

Le elevate temperature, registrate durante buona parte del periodo invernale, hanno costretto i produttori a dover “controllare” le coltivazioni con apporti idrici ridotti al minimo per evitare un’eccessiva concentrazione di produzione anticipata.

Nonostante la stagione anomala, le produzioni di carota novella siciliana sono arrivate sul mercato confermando l’elevata qualità di sempre.

Ormai nel pieno della campagna di raccolta delle carota in Sicilia, si confermano valide ed apprezzate le due novità proposte da Bejo negli ultimi anni, sul panorama varietale per le semine autunnali siciliane.

Natuna F1, con semine da metà settembre alla prima settimana di ottobre, ha dimostrato un’ottima produttività, con radici molto lisce e di colore arancio molto intenso, eccellendo per uniformità delle radici rispetto anche ad altre varietà leader di mercato.

Raccolta da marzo fino a metà aprile, sia per il mercato del bunching (mazzetto), sia per quello della carota sfusa, ha evidenziato un’ottima precocità con rese sempre eccellenti e qualità costante sin dalle semine più anticipate.

Namibia F1, leggermente più tardiva di Natuna F1, si adatta molto bene alle semine di tutto ottobre. La raccolta di Namibia F1 è iniziata da fine marzo, ha dimostrato un’ottima produttività con radici di ottimo colore e liscezza eccellente.

Bejo continuerà a testare nuove varietà, frutto del lavoro del gruppo di ricercatori sulla carota, che ogni anno valutano le novità in campi screening in tutta l’area del mediterraneo, Sicilia compresa.