Radicchio di Chioggia

Il radicchio o cicoria rossa è una composita con origini molto antiche e molto diffusa a livello spontaneo nelle aree del mediterraneo Viene apprezzato per la molteplicità dei suoi utilizzi, dal mercato fresco alla IV gamma e per la diversità di forma e colore delle diverse tipologie, dal tipo palla rossa o di Chioggia, al Treviso precoce e tardivo fino ai variegati. Altro punto di forza è la conservabilità che è molto più prolungata di alcune altre composite come lattuga e valeriana. La costituzione di varietà ibride ha permesso di uniformare in maniera significativa la qualità delle produzioni e di aumentarne anche le rese, rendendo oggi il radicchio rosso un prodotto di largo consumo disponibile sul mercato per quasi la totalità dell’ anno.

Ha un’ alta percentuale di fibra (70% circa) e contenuti apprezzabili di Fe, Ca e Vitamina C (10 mg/100 g). E’ una pianta rustica ma predilige terreni fertili, freschi e profondi, moderatamente compatti. La tecnica colturale migliore è il trapianto che permette di avere un investimento ottimizzato ed una maggiore uniformità della produzione. Le semine si effettuano perlopiù neri mesi estivi-autunnali con raccolte che vanno dall’ autunno fino alla fine dell’ inverno successivo. I problemi di sanità più comuni per il radicchio sono da attribuirsi alle comuni crittogame fogliari (Peronospora, Oidio, Antracnosi, Ruggine, Botrytis) ed ai marciumi del colletto (Rhizoctonia, Pythium, Sclerotinia).

Valori nutrizionali per 100 grammi di radicchio: Parte edibile: 72 gr. - Kcal: 13 - Proteine animali: 0 gr. - Proteine vegetali: 1,4 gr. - Carboidrati: 1,6 gr. - Grassi: 0,1 gr. - Fibre: 0,3 gr. - Ferro: 36 mg - Calcio: 36 mg - Vitamina C: 10 mg

Leggi di più
Scorrere verso il basso