Il cavolo verza appartiene alla famiglia delle Brassicaceae ed è imparentato con il cavolo cappuccio bianco e rosso, sebbene le teste siano meno corpose. Esiste una distinzione tra varietà verde (scuro) e varietà gialla (più corposo e pesante). Il cavolo verza può essere coltivato su una grande varietà di terreni, tuttavia un buon drenaggio è importante soprattutto in inverno. Se il terreno è acido (pH inferiore a 7) può essere necessario effettuare una calcinazione per aumentare il pH. Il cavolo verza è resistente alla stagione invernale purché vengano utilizzate le varietà adatte. (Controllare le informazioni sulle varietà per scegliere quella più adatta.)
 
Condizioni di coltivazione

Terreno: ben drenato, acido
Tipo di terreno: terreno grasso, sabbia o argilla
Stagione: tutto l’anno (inverno nelle regioni miti)
Umidità: livello idrico medio
 
Raccolta
Il cavolo verza invernale può essere raccolto da dicembre a marzo. Il cavolo verza deve essere ben pieno, completamente sviluppato e non in sovramaturazione. La maggior parte dei cavoli verza vengono raccolti a fine stagione. Vengono seminati a maggio e trapiantati a giugno.
 
Prevenzione dai parassiti e dalle malattie
Praticare rotazioni colturali di sei anni con tutte le specie di Brassica. Favorire l’attività degli insetti benefici per il controllo degli afidi e dei bruchi.

Calendario di Maturazione

  • Trapianto

Sicilia

Pieno campo

    Pieno campo

    Nord

    Pieno campo

      Pieno campo

      Sud

      Pieno campo

        Pieno campo

        Sardegna

        Pieno campo

          Pieno campo

          Centro Est

          Pieno campo

            Pieno campo

            Centro Ovest

            Pieno campo

              Pieno campo

              Fucino

              Pieno campo

                Pieno campo