La campagna di raccolte estive della carota coltivata nell’areale a ridosso del Delta del Po recentemente conclusa è stata caratterizzata da elevate richieste di prodotto del resto dell’Europa. Questa elevata domanda ha impegnato i magazzini di lavaggio e confezionamento, con ritmi di lavoro elevati, spesso al limite delle capacità operativa dei macchinari stessi. In queste condizioni una carota liscia, omogenea, sana, ben chiusa, e con poco scarto, riesce a far lavorare bene tutta la catena produttiva, dal campo al confezionamento.

Nominator, in questo caso, si è rivelato l’ibrido vincente per tutti gli operatori della filiera, grazie ai vantaggi che può offrire, in particolare:

  • Foglia sana ed eretta che facilita la raccolta, senza intrecciarsi con le file adiacenti.
  • Rese produttive precoci ed elevate, per arrivare primi anche con le semine di dicembre e gennaio.
  • Fittoni colorati, lisci e ben chiusi in punta, per facilitare il lavaggio e un’ottima presentazione finale.
  • Radici cilindriche e omogeneità di calibro e lunghezza, per agevolare e velocizzare il confezionamento.
  • Sanità dei fittoni, elemento fondamentale nelle colture come questa, dove le irrigazioni con le temperature elevate, possono dar luogo a fenomeni di marcescenza, che aprono la strada a contestazioni del prodotto.

Nominator è la carota adatta alle semine da novembre a gennaio, che coniuga precocità e ottima forma del fittone, sviluppata da Bejo, creatrice di Napoli, l’ibrido che da oltre vent’anni è il leader incontrastato delle semine invernali, grazie alla straordinaria precocità e stabilità di produzione che la caratterizza, ancora oggi difficile da eguagliare.

Rese produttive precoci ed elevate, per arrivare primi anche con le semine di dicembre e gennaio.

Per le aziende che vogliono fare un programma di raccolte scaglionato e completo, Namibia è il proseguo naturale a Nominator, conservando le medesime caratteristiche qualitative con un ciclo leggermente più tardivo, rendendola adatta alle semine di gennaio e febbraio, anche con protezione di TNT, e da marzo a fine luglio in pieno campo.